Speroni del tallone: Sintomi, fattori di rischio e trattamento

Uno sperone calcaneare è una condizione in cui un deposito di calcio cresce tra il tallone e l’arco del piede. Quali sono i sintomi degli speroni dei tacchi e cosa aumenta il rischio di svilupparli?

Gli speroni del tallone possono verificarsi indipendentemente o possono essere collegati a una condizione di salute sottostante. Le persone spesso presumono che gli speroni calcaneari siano la causa di qualsiasi dolore al tallone, ma anche altri fattori possono causare dolore al tallone.

Questo articolo esplora i sintomi degli speroni del tallone, così come altre cause di dolore al tallone. Discute anche le cause, i fattori di rischio e i trattamenti per la condizione.

Cos’è uno sperone del tallone?

Uno sperone del tallone è una escrescenza ossea che può verificarsi nella parte inferiore del piede di una persona. Sono anche conosciuti come speroni calcaneari o osteofiti.

Gli speroni del tallone possono essere a punta, ad uncino o a mensola. L’escrescenza di uno sperone del tallone si estende da sotto il tallone verso l’arco (il centro del piede). Quest’area del piede è chiamata fascia plantare.

Quando si vede su una radiografia, uno sperone del tallone può essere lungo fino a mezzo pollice. Se una radiografia non è in grado di confermare un sospetto sperone del tallone, un medico può riferirsi alla condizione come “sindrome dello sperone del tallone.”

Sintomi

I sintomi degli speroni del tallone possono includere:

    Se una persona sperimenta questi sintomi, un medico può fare una radiografia del piede per determinare il problema. Vedere la sporgenza su una radiografia è l’unico modo per essere sicuri che una persona abbia gli speroni del tallone.

    Non tutti coloro che hanno uno sperone del tallone sperimenteranno tutti questi sintomi. Alcune persone con speroni del tallone possono non avere alcun sintomo. Queste persone possono scoprire di avere speroni del tallone solo se fanno una radiografia per un altro motivo.

    Cause

    Gli speroni del tallone si verificano quando uno sforzo muscolare e legamentoso a lungo termine logora i tessuti molli del tallone. Lo strappo della membrana che copre l’osso del tallone è anche una causa.

    Il tallone può anche diventare più vulnerabile con l’età. A revisione 2015 di dolore al tallone ha notato che, con l’avanzare dell’età, i cuscinetti del tallone si consumano e non riescono ad assorbire gli urti.

    Nel tempo, calcio I depositi possono accumularsi sotto il tallone. Questi depositi formano sporgenze ossee, che sono speroni del tallone.

    Fattori di rischio

    C’è una serie di cose che aumentano il rischio di sviluppare speroni calcaneari. Questi includono:

      Ci sono anche alcune condizioni mediche sottostanti che possono causare speroni del tallone. Questi includono:

        Speroni del tallone vs. fascite plantare

        Gli speroni del tallone sono spesso confusi con una condizione chiamata fascite plantare. Avere la fascite plantare aumenta il rischio di sviluppare speroni calcaneari. Gli speroni del tallone spesso si verificano in persone che hanno già la fascite plantare.

        Fino a 15 per cento di persone con sintomi al piede che richiedono attenzione medica hanno la fascite plantare.

        Ci sono importanti distinzioni tra gli speroni del tallone e la fascite plantare. Uno sperone calcaneare è un deposito di calcio che forma una sporgenza ossea lungo la fascia plantare.

        Al contrario, la fascite plantare è una condizione in cui la fascia plantare si irrita e si gonfia, causando dolore al tallone.

        I medici spesso descrivono la fascia plantare come un tessuto simile a un arco. Si estende sotto la suola e si attacca al tallone. La fascite plantare deriva da una quantità insolita di forza su questa parte del piede.

        Le possibili cause di forza significativa includono:

          Avere diabete è anche un fattore di rischio per la fascite plantare.

          La fascite plantare di solito va via senza trattamento. Gli speroni del tallone, d’altra parte, sono permanenti a meno che non siano trattati medicalmente.

          Trattamento

          I trattamenti per gli speroni calcaneari possono includere:

            Se gli speroni del tallone sono causati da un tipo di artrite infiammatoria, i trattamenti per la condizione sottostante possono anche migliorare i sintomi.

            Prospettiva

            Le prospettive per gli speroni calcaneari sono positive. Il deposito di calcio sarà sempre presente a meno che non venga rimosso chirurgicamente, ma questo non è normalmente problematico, poiché i trattamenti per ridurre il dolore e il gonfiore tendono ad essere efficaci.

            Nei casi in cui il trattamento dei sintomi non è efficace, è possibile ricorrere alla chirurgia per rimuovere lo sperone calcaneare.
            Tendinite del bicipite: Cause, trattamenti e tempi di recupero

            La tendinite del bicipite si sviluppa quando un tendine del muscolo bicipite si gonfia e si infiamma. Di solito si verifica con altri problemi alla spalla, come la lussazione, l’impingement o l’artrite.

            Un tendine è una forte banda di tessuto connettivo che attacca il muscolo all’osso. Tendinite può far sì che una persona provi dolore e rigidità. Può anche limitare la mobilità.

            In questo articolo, esaminiamo le cause e i sintomi della tendinite al muscolo bicipite. Vediamo anche le opzioni di trattamento e i tempi di recupero per questo tipo di infiammazione.

            Tipi di tendinite del bicipite

            Nel bicipite, il tendine collega il muscolo bicipite alla spalla e al gomito.

            Due tendini collegare il muscolo bicipite alla spalla. Uno di essi è il capo lungo, che lo collega alla parte superiore dell’incavo della spalla, o glenoide.

            L’altro è il capo corto, che lo collega al processo coracoideo, cioè la parte anteriore della scapola.

            Il tipo di tendinite del bicipite di una persona dipende da quale tendine è stato colpito:

              Di solito, una persona avrà solo un tipo di tendinite piuttosto che sperimentarla in entrambi i punti contemporaneamente.

              Cause

              La tendinite del bicipite si verifica quando i tendini del bicipite si infiammano. Questo a volte può essere dovuto a lacerazioni microscopiche.

              Cause della tendinite del bicipite può includere:

                Fattori di rischio

                Le persone possono sviluppare una tendinite del bicipite come forma di lesione da sforzo ripetitivo. Se hanno una cattiva tecnica mentre giocano uno sport, o se hanno una cattiva postura mentre lavorano, possono strappare i tendini nel loro bicipite.

                Altri fattori di rischio includere:

                  È importante riscaldarsi bene prima di qualsiasi forma di esercizio e fare delle pause regolari da qualsiasi movimento ripetitivo, specialmente quelli sopra la testa.

                  Le persone dovrebbero anche assicurarsi di eseguire qualsiasi movimento in modo sicuro e non mettersi a rischio di lesioni. Per esempio, se una persona sta praticando un nuovo sport, potrebbe prendere in considerazione di prendere prima alcune lezioni per assicurarsi di avere una tecnica adeguata.

                  Sintomi

                  Sintomi della tendinite del bicipite può includere:

                    Diagnosi

                    Un professionista sanitario può utilizzare vari test per diagnosticare la tendinite del bicipite, tra cui:

                    Esame fisico

                    L’anamnesi di una persona e la discussione dei sintomi permetteranno al medico di diagnosticare la tendinite del bicipite.

                    Possono chiedere a una persona di dimostrare il limite della mobilità nel braccio colpito e confrontarlo con quello dell’altro braccio.

                    Test

                    I test che possono aiutare a diagnosticare la tendinite del bicipite includono:

                      Trattamento 

                      A seconda della gravità della tendinite del bicipite, possono essere necessarie diverse strategie di trattamento.

                      Opzioni non chirurgiche

                      Una lieve tendinite del bicipite può rispondere bene ai rimedi casalinghi.

                      Il AAOS raccomanda di provare inizialmente:

                        A meno che un operatore sanitario non consigli diversamente, è importante usare delicatamente il braccio il più normalmente possibile quando i sintomi si attenuano, per assicurarsi che la debolezza non continui.

                        Opzioni chirurgiche

                        In genere, la tendinite risponde bene al trattamento non chirurgico.

                        Tuttavia, se la condizione è grave o peggiora al punto che il tendine si strappa completamente o si rompe, intervento chirurgico può essere necessario.

                        A volte, un intervento chirurgico coinvolge utilizzando un artroscopio, o una piccola telecamera, che un chirurgo inserisce nell’articolazione della spalla per valutare la lesione. Possono anche rimuovere il tessuto danneggiato o riparare il tendine rotto.

                        Il tipo di procedura necessaria può dipendere dal fatto che una persona soffra di tendinite distale o prossimale del bicipite.

                        Le persone dovrebbero discutere le loro opzioni con un chirurgo per assicurarsi di ricevere le cure più appropriate per le loro circostanze.

                        Tempo di recupero

                        La tendinite lieve che una persona può trattare a casa può risolversi dopo 1-2 settimane. Tuttavia, quando una persona richiede un intervento chirurgico, il tempo di recupero sarà più lungo.

                        Gli individui dovrebbero parlare con un operatore sanitario sul loro caso specifico di tendinite per informazioni più accurate sul tempo di recupero.

                        Se le persone cercano di tornare troppo presto ai loro normali livelli di attività, possono rischiare di causare ulteriori lesioni ai tendini del bicipite, che possono peggiorare i sintomi.

                        Sintesi

                        La tendinite del bicipite si verifica quando il tendine del muscolo bicipite si gonfia e si infiamma. Mentre può essere una conseguenza naturale dell’invecchiamento, può comunque essere doloroso e richiedere un trattamento.

                        Se una persona con tendinite del bicipite non permette al braccio di riposare, si può sviluppare uno strappo parziale o completo dei tendini. Questo a sua volta può richiedere un intervento chirurgico.

                        Con un’adeguata attenzione medica, il tempo di recupero dovrebbe essere breve, e una persona dovrebbe riacquistare la piena gamma di movimento nel braccio.
                        Lesione del menisco: Tipi, sintomi, trattamento e altro

                        I menischi sono due cuscinetti di cartilagine a forma di mezzaluna che si trovano all’interno di ogni articolazione del ginocchio. Svolgono un ruolo importante nella stabilizzazione del ginocchio, facilitando il movimento dell’articolazione del ginocchio e assorbendo gli urti derivanti dalla camminata e da altre attività che portano peso.

                        Una lesione del menisco è uno strappo in uno dei menischi. Questo può accadere come risultato di un trauma o di una degenerazione legata all’età dell’articolazione del ginocchio. I sintomi possono variare e possono includere:

                          Questo articolo discute cosa sia una lesione al menisco, compresi i diversi tipi di strappi al menisco. delinea anche i sintomi, la diagnosi e il trattamento e fornisce informazioni su quando contattare un medico.

                          Cos’è una lesione del menisco e quanto è comune?

                          Una lesione del menisco è uno strappo in uno dei menischi del ginocchio. I menischi svolgono una serie di funzioni importanti, come ad esempio:

                            Secondo una ricerca del 2021, uno strappo del menisco è una lesione comune, che colpisce 61 su 100.000 persone nella popolazione generale. Le cause della lesione includono il trauma e i cambiamenti degenerativi dell’articolazione del ginocchio.

                            Fattori che aumentano il rischio di uno strappo del menisco includono:

                              Tipi di strappo del menisco

                              I medici classificano gli strappi del menisco in base alla loro forma e posizione. I diversi tipi di strappo del menisco includono:

                                Inoltre, i medici classificano gli strappi in base alla loro posizione. Il terzo esterno del menisco ha un apporto di sangue e quindi i medici si riferiscono a quest’area come alla zona rossa. Gli strappi in quest’area hanno in genere maggiori probabilità di guarire da soli.

                                I due terzi interni del menisco hanno solo un apporto di sangue limitato, motivo per cui i medici chiamano questa la zona bianca. Gli strappi rosso-rosso sono all’interno della zona rossa, e gli strappi rosso-bianco hanno margini centrali che si estendono nella zona bianca.

                                Sintomi di una lesione del menisco

                                Una persona può sentire uno schiocco quando si strappa il menisco.

                                Sintomi comuni includono:

                                  Come si fa a capire se si ha una lacerazione del menisco?

                                  Quando si diagnostica uno strappo del menisco, il medico esegue un’anamnesi dettagliata e un esame approfondito dell’articolazione del ginocchio.

                                  L’esame comprende la a seguito di:

                                    La suddetta parte dell’esame non sempre portare a una diagnosi. I medici possono utilizzare ulteriori test clinici che valutano il range di movimento del ginocchio da varie posizioni. Questi esami includono:

                                      Tuttavia, queste possono non avere la migliore accuratezza.

                                      Radiografie sono utili per trovare altre cause di dolore al ginocchio, ma non mostrano uno strappo del menisco. Un Risonanza magnetica è il metodo di scelta per confermare una diagnosi sospetta.

                                      Trattamento

                                      Secondo il Accademia americana dei chirurghi ortopedici, Il trattamento di una lacerazione del menisco dipende dalla posizione della lesione, insieme ad altri fattori, tra cui quello della persona:

                                        Qui di seguito, delineiamo alcune potenziali opzioni di trattamento.

                                        Trattamento non chirurgico

                                        Un medico può raccomandare una delle seguenti opzioni di trattamento non chirurgico per le persone che non presentano sintomi persistenti o sintomi di blocco o gonfiore del ginocchio:

                                          Trattamento chirurgico

                                          Se i metodi non chirurgici non alleviano i sintomi di una persona, un medico può suggerire la chirurgia artroscopica. Questa procedura prevede l’inserimento di una telecamera in miniatura e di piccoli strumenti chirurgici attraverso due o tre piccole incisioni nel ginocchio per riparare o tagliare uno strappo del menisco.

                                          Ci sono due tipi principali di chirurgia artroscopica per una lacerazione del menisco: meniscectomia parziale e riparazione del menisco.

                                          La meniscectomia parziale comporta la rimozione del menisco danneggiato. Permette di portare immediatamente il peso dopo l’intervento chirurgico e fornisce una gamma completa di movimento subito dopo.

                                          La riparazione del menisco consiste nel ricucire insieme i pezzi strappati di un menisco. Dopo la guarigione, un medico raccomanderà un programma di riabilitazione di esercizi per migliorare la gamma di movimento e la forza. Il tempo di recupero è più lungo che nel caso di una meniscectomia.

                                          Esercizi

                                          Una persona con una lesione del menisco dovrebbe consultare un professionista della salute, come ad esempio un terapista fisico, prima di iniziare un programma di esercizi.

                                          Un approccio di trattamento non chirurgico comporta tipicamente il riposo ed evitare le attività che scatenano i sintomi. Un fisioterapista individualizzerà il regime di esercizi di una persona per prevenire ulteriori lesioni.

                                          Con un approccio di trattamento chirurgico, gli esercizi sono necessari per il recupero. Dopo l’intervento chirurgico, un medico può consigliare di impegnarsi in 20-30 minuti di esercizio due-tre volte al giorno.

                                          I programmi di esercizio iniziano con una routine iniziale e poi progrediscono verso routine intermedie e avanzate.

                                          Routine iniziale

                                          La routine di esercizio iniziale di una persona può includere un esercizio chiamato contrazioni del bicipite femorale. Per eseguire questo esercizio, una persona dovrebbe fare quanto segue:

                                          Routine intermedia

                                          Un esercizio di routine intermedio può includere sollevamenti delle gambe dritte. Per eseguire questo esercizio, una persona dovrebbe seguire questi passi:

                                          Routine avanzata

                                          Una routine di esercizio avanzata può includere un esercizio che comporta una parziale flessione del ginocchio. Per eseguire questo esercizio, una persona dovrebbe fare quanto segue:

                                          Una lesione al menisco può guarire da sola?

                                          La zona rossa ha un apporto di sangue, e quindi, una lesione del menisco in questa zona può guarire da sola. Per un semplice strappo qui, i medici possono consigliare un breve corso di riposo e di terapia fisica per vedere se si verifica una guarigione spontanea.

                                          Al contrario, poiché gli strappi all’interno della zona bianca hanno solo un limitato apporto di sangue, non guariscono da soli e non rispondono al trattamento conservativo.

                                          Il recupero dopo una meniscectomia richiede 3-6 settimane, e il recupero dopo una riparazione del menisco richiede 3-6 mesi. Dopo un trattamento e una riabilitazione adeguati, le persone possono in genere riprendere le attività precedenti all’infortunio.

                                          Quando contattare un medico

                                          Una persona dovrebbe prendere un appuntamento con un medico se si verifica uno dei seguenti casi:

                                            Riassunto

                                            Una lesione del menisco si riferisce a uno strappo in uno dei menischi all’interno del ginocchio. È un molto comune infortunio, soprattutto tra le persone che fanno sport.

                                            Il processo diagnostico inizia con un’anamnesi e un esame approfondito che può includere test clinici. Una risonanza magnetica confermerà una diagnosi sospetta.

                                            Il trattamento non chirurgico può includere interventi come riposo, esercizi e farmaci. Se queste misure non alleviano i sintomi di una persona, i medici possono raccomandare opzioni chirurgiche, come una meniscectomia parziale o una riparazione del menisco.

                                            La maggior parte delle persone avrà bisogno di eseguire esercizi dopo l’intervento chirurgico. Un individuo dovrebbe cercare la guida di un fisioterapista su quali esercizi eseguire per assistere la loro guarigione.

                                            Lascia un commento