Tosse che non va via Quando consultare un medico

La tosse è un sintomo comune che si verifica in una serie di condizioni diverse. Alcune, tra cui la polmonite e l’asma, richiedono attenzione medica. E ‘meglio vedere un medico per la tosse che persistono per più di 3 settimane, in quanto possono indicare qualcosa di più grave.

La tosse si verifica quando i polmoni o le vie respiratorie si irritano. La causa più comune della tosse è il comune raffreddore, che di solito non richiede attenzione medica.

Tuttavia, la tosse che si verifica con altri sintomi, come le vertigini, può richiedere un viaggio dal medico. Questo è particolarmente importante con sintomi più gravi, come la tosse con sangue.

Questo articolo discuterà quando vedere un medico per una tosse, così come alcune possibili cause di una tosse persistente.

Quando far controllare la tosse

I diversi tipi di tosse variano nella loro durata. Per esempio:

    Ogni tosse può avere una causa diversa, e alcuni possono richiedere attenzione medica. La maggior parte delle tossi acute ha cause meno gravi, come un raffreddore. Non è necessario consultare un medico in questi casi.

    Tuttavia, la tosse subacuta e cronica potrebbe essere un segno di qualcosa di più serio che può richiedere attenzione medica.

    È anche importante vedere un medico se la tosse si verifica con altri sintomi più gravi, come:

      Cause

      Di seguito, discutiamo diverse possibili cause di una tosse, così come gli altri sintomi che possono causare.

      Il comune raffreddore

      Un comune raffreddore è uno dei più comune cause di una tosse acuta. I raffreddori sono il risultato di un virus respiratorio, il più comune è il rhinovirus. Altri sintomi di un raffreddore possono includere:

        Non è necessario consultare un medico per un raffreddore, in quanto i sintomi di solito passano da soli entro pochi giorni.

        Tuttavia, è importante vedere un medico se i sintomi persistono per più di 10 giorni o diventare grave.

        Bronchite

        Bronchite si verifica quando le vie respiratorie nei polmoni si infiammano. La bronchite acuta dura per un pochi giorni o settimane, ma la bronchite cronica può persistere per mesi.

        Entrambi i tipi di bronchite causano una tosse che porta con sé del muco. Altri sintomi di bronchite includono:

          È possibile trattare la maggior parte dei casi di bronchite acuta a casa con riposo e farmaci antinfiammatori non steroidei come l’ibuprofene.

          I sintomi che durano più di un paio di settimane potrebbero indicare una bronchite cronica, e questo richiederà un viaggio dal medico.

          Polmonite

          Polmonite è un infezione dei polmoni. Fa sì che le piccole sacche d’aria nel polmone, o alveoli, si infiammino e si riempiano di liquido. Questo rende più difficile per i polmoni trasferire l’ossigeno al flusso sanguigno.

          La polmonite può causare una tosse che fa salire il muco. Può anche portare a:

            Le persone con polmonite dovrebbero vedere un medico per il trattamento. La condizione può diventare grave nelle persone anziane e può richiedere l’ospedalizzazione.

            Asma

            Asma è un malattia polmonare cronica che rende più difficile respirare. In alcune persone, alcuni fattori scatenanti possono provocare attacchi di asma, come l’esposizione a sostanze irritanti nell’ambiente. Può causare tosse frequente, soprattutto di notte.

            Altri sintomi dell’asma includono:

              È importante consultare un medico per l’asma. Possono aiutare una persona a trovare il giusto trattamento e identificare eventuali fattori scatenanti della condizione.

              Allergie

              Le allergie si verificano come risultato del sistema immunitario reazione eccessiva a una sostanza innocua, come il polline o la polvere. Venire a contatto con queste sostanze può causare una serie di sintomi, tra cui:

                Nei casi più gravi, le allergie possono causare anafilassi, che è l’insorgenza rapida e simultanea di diversi sintomi. L’anafilassi può diventare rapidamente grave e richiede attenzione medica immediata.

                Nella maggior parte dei casi, le allergie non hanno una cura. Il modo più efficace per affrontare un’allergia è quello di evitare i fattori scatenanti.

                malattia da reflusso gastroesofageo

                Malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) è un condizione cronica in cui gli acidi dello stomaco raggiungono l’esofago, che è il tubo che porta il cibo e i liquidi dalla bocca allo stomaco.

                Il sintomo più comune è bruciore di stomaco, o una sensazione di bruciore in gola che può peggiorare quando ci si sdraia. Altri sintomi di GERD includono:

                  Non esiste una cura per la GERD, ma un medico può fare raccomandazioni sullo stile di vita che possono aiutare a controllare i sintomi. Ci sono anche farmaci disponibili che possono ridurre il disagio.

                  Malattia polmonare cronica ostruttiva

                  La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è un tipo di malattia polmonare che influisce sulla respirazione. Il fumo di tabacco è la causa principale della BPCO.

                  Le persone con BPCO possono sviluppare altre condizioni che peggiorano i loro sintomi, come la bronchiolite ostruttiva o enfisema.

                  Le difficoltà respiratorie, compresa la mancanza di respiro e la difficoltà ad espirare, sono i sintomi principali della BPCO.

                  Altri sintomi possono includere:

                    È fondamentale consultare un medico per la BPCO. Il trattamento implica principalmente smettere di fumare ed evitare l’esposizione al fumo o ad altre sostanze irritanti.

                    Nei casi più gravi, una bombola di ossigeno può essere necessaria per aiutare a sostenere i polmoni.

                    Prospettiva

                    La prospettiva di una tosse che non va via dipende dalla sua causa. Un raffreddore può andare via senza trattamento entro 7-10 giorni. Tuttavia, altre cause sono condizioni che durano tutta la vita e che possono richiedere una gestione continua, come la GERD.

                    È meglio consultare un medico se la tosse persiste per più di 3 settimane o si verifica con altri sintomi più gravi, come la tosse con sangue.
                    Asma variante tosse: Sintomi, fattori scatenanti e trattamento

                    La variante dell’asma con tosse è un tipo di asma che presenta una tosse secca e non produttiva. Non ci possono essere i tradizionali sintomi dell’asma, come l’affanno o il respiro corto. Una tosse continua è spesso l’unico sintomo.

                    Variante della tosse asma (CVA) è una variazione comune dell’asma nei bambini.

                    Anche se la CVA non condivide altri sintomi con l’asma regolare, colpisce il corpo in diversi modi simili.

                    Allergeni interni ed esterni spesso scatenano e può aumentare il rischio di sviluppare altre condizioni allergiche.

                    Aumenta anche la sensibilità delle vie aeree, e restringe e gonfia le vie aeree, il che può interrompere il flusso d’aria.

                    I cambiamenti polmonari che si verificano con la CVA tendono ad essere più lievi di quelli nell’asma classica. Tuttavia, gli studi suggeriscono il 30-40% degli adulti con CVA svilupperanno l’asma classica.

                    Essere in grado di riconoscere i segni e i sintomi della CVA e cercare un trattamento appropriato può prevenire l’insorgenza dell’asma classica.

                    Cause

                    Le cause della CVA non sono del tutto comprese, ma una tosse asmatica si presenta spesso con le seguenti innesca:

                      C’è un chiaro legame tra asma e allergie. Come molti come 80 per cento di tutte le persone con asma hanno anche allergie nasali.

                      Le allergie si verificano quando il sistema immunitario reagisce in modo eccessivo a una sostanza che normalmente non dovrebbe causare una reazione.

                      Questo suggerisce che il sistema immunitario è legato alla CVA. Potrebbe anche spiegare perché la CVA risponde bene ai farmaci che sono efficaci nel trattamento dell’asma classica.

                      Fattori di rischio

                      Alcune persone possono avere un rischio maggiore di sviluppare la CVA e altre malattie allergiche.

                      I fattori di rischio possono includere:

                        Conoscere i fattori di rischio per la CVA e riconoscere se una persona li ha può aiutare il medico a fare una diagnosi.

                        Sintomi

                        La CVA comporta una tosse cronica che non produce muco. Questo è spesso l’unico sintomo.

                        Una tosse cronica è qualsiasi tosse che dura più di 8 settimane negli adulti e più di 4 settimane nei bambini.

                        Complicazioni

                        La CVA può non influenzare significativamente la funzione polmonare, ma la tosse cronica può essere dirompente.

                        Una tosse da CVA può causare:

                          Le complicazioni della CVA possono interrompere la qualità della vita di una persona, per esempio, attraverso affaticamento e assenza dal lavoro.

                          Senza trattamento, la CVA può progredire fino a diventare asma classica.

                          I classici sintomi dell’asma includono i seguenti fattori, oltre alla tosse:

                            Le complicazioni a lungo termine dell’asma scarsamente controllata possono includere la diminuzione della funzione polmonare e la malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO).

                            Complicazioni gravi e potenzialmente pericolose per la vita possono includere:

                              Diagnosi

                              Le persone dovrebbero consultare un medico se la tosse dura per più di 8 settimane senza una causa nota. Un trattamento precoce può prevenire lo sviluppo di complicazioni o di asma cronica.

                              La CVA può essere difficile da diagnosticare poiché l’unico sintomo è una tosse cronica, e questo può essere un sintomo di varie condizioni di salute.

                              Tuttavia, un studio di 131 casi di tosse cronica ha trovato che 24 per cento di questi erano dovuti a CVA.

                              Se si sviluppa uno dei seguenti sintomi, le persone dovrebbero vedere un medico prima per escludere altre condizioni:

                                Altre condizioni o fattori che causano una tosse cronica possono includere:

                                  Un certo numero di test può aiutare ad escludere altre condizioni quando si diagnostica la CVA.

                                  Poiché le persone con CVA hanno spesso risultati normali in una radiografia del torace o in un test spirometrico, un medico può effettuare un sfida alla metacolina.

                                  Quando una persona con asma inala la metacolina, scatena la tosse e gli spasmi bronchiali. Una persona con asma sarà più sensibile alla metacolina rispetto alla maggior parte delle persone, causando un calo della funzione polmonare durante il test.

                                  Se un medico sospetta fortemente la CVA, può saltare il test alla metacolina e prescrivere trattamenti per l’asma per vedere se si verifica un miglioramento.

                                  Se i sintomi della tosse migliorano con l’uso dei farmaci per l’asma, ma non sono presenti altri segni o sintomi di asma classica, il medico diagnosticherà probabilmente la CVA.

                                  Trattamento e prevenzione

                                  L’obiettivo del trattamento è quello di prevenire lo sviluppo di complicazioni.

                                  I trattamenti per la CVA sono gli stessi di quelli per l’asma classica. I trattamenti giusti variano da un individuo all’altro.

                                  Essi possono includere una combinazione di:

                                    Prevenire che i sintomi della CVA si infiammino è il miglior trattamento.

                                    Le persone che usano farmaci per prevenire i sintomi dell’asma dovrebbero seguire i consigli del loro medico per prevenire gli episodi e non far peggiorare la CVA.

                                    Gli individui possono abbassare il rischio di sviluppare l’asma classica se:

                                      Prospettive

                                      La CVA può progredire verso l’asma classica in alcuni casi, e l’asma incontrollata può essere fatale.

                                      Per questo motivo, è importante cercare un trattamento per una tosse cronica.

                                      La maggior parte delle persone che sviluppano l’asma possono condurre una vita normale e attiva se controllano la loro condizione e seguono il loro piano di trattamento.

                                      Se una persona ha un’asma grave e non la gestisce, è più probabile che abbia conseguenze a lungo termine.
                                      I composti dell’acqua tonica prevengono l’asma allergica nei topi

                                      L’asma colpisce circa 1 persona su 12 negli Stati Uniti, e questo numero è in aumento. Un nuovo studio, tuttavia, trova che due composti aggiunti all’acqua tonica possono essere un trattamento efficace per la malattia.

                                      I ricercatori della U.S. e l’Australia rivelano come la clorochina e la chinina hanno impedito lo sviluppo di allergie asma nei topi attivando i recettori del gusto amaro dei roditori.

                                      La clorochina e la chinina sono composti che vengono utilizzati per trattare malaria, e sono anche aggiunti all’acqua tonica per dare alla bevanda il suo caratteristico sapore amaro.

                                      Dr. Pawan Sharma, del Woolcock Institute of Medical Research e della School of Life Sciences della University of Technology in Australia, e colleghi hanno recentemente pubblicato il loro risultati nel diario Rapporti scientifici.

                                      Si stima che l’asma colpisca circa 26 milioni bambini e adulti negli Stati Uniti.S. La forma più comune di asma è l’asma allergica, che è innescata dall’esposizione agli acari della polvere, al polline, alla forfora animale, alla muffa e ad altre sostanze.

                                      Inalare tali sostanze può portare a l’infiammazione delle vie aeree, causando sintomi come mancanza di respiro, respiro sibilante, tosse e dolore al petto.

                                      Mentre ci sono farmaci che possono aiutare i pazienti a gestire i loro sintomi di asma – come corticosteroidi e beta2 agonisti – il dott. Sharma nota che attualmente non ci sono farmaci per l’asma che mirano alla progressione della malattia.

                                      “La nostra attuale ricerca sui recettori del gusto è cruciale per identificare nuove classi di farmaci che possono essere un’efficace opzione di trattamento dell’asma in futuro”, aggiunge.

                                      La clorochina e il chinino hanno impedito l’infiammazione delle vie aeree nei topi

                                      Secondo il dott. Sharma e colleghi, precedenti ricerca ha scoperto che l’attivazione dei recettori del gusto amaro sulla lingua, chiamati TAS2Rs, ha portato al rilassamento della muscolatura liscia nelle vie aeree dei modelli di asma nei topi.

                                      Il nuovo studio ha mirato a costruire su quei risultati valutando se gli agonisti TAS2R – cioè i composti che stimolano i recettori del gusto amaro – hanno il potenziale per ridurre alcune delle caratteristiche chiave dell’asma.

                                      Per raggiungere i loro risultati, i ricercatori hanno dato ai modelli di topo di asma allergica dosi intranasali di clorochina o chinino.

                                      Ventiquattro ore dopo la somministrazione, la funzione polmonare, l’infiammazione delle vie aeree e la struttura delle vie aeree dei topi sono stati valutati dopo l’esposizione a due allergeni.

                                      Non solo la clorochina e il chinino hanno impedito l’infiammazione delle vie aeree nei topi, ma i composti amari hanno anche impedito altre caratteristiche chiave dell’asma allergica, tra cui l’accumulo di muco e i cambiamenti strutturali delle vie aeree.

                                      I ricercatori hanno anche testato la clorochina e il chinino sulle cellule delle vie aeree umane. Hanno scoperto che i composti bloccano la chemiotassi, o movimento, delle cellule immunitarie nelle vie aeree in risposta agli allergeni, che aiuta a prevenire l’infiammazione delle vie aeree.

                                      Dr. Sharma e il team notano che sono necessari ulteriori studi per identificare gli agonisti TAS2R con maggiore efficacia per il trattamento dell’asma. “In alternativa, i farmaci esistenti potrebbero essere riproposti per la terapia dell’asma”, dicono i ricercatori, aggiungendo che:

                                      “I progressi nella chimica medicinale e nella modellazione computazionale dovrebbero catalizzare il processo di scoperta della droga nello sfruttare TAS2Rs come nuovo target terapeutico anti-asma.”

                                      Scopri come una nuova proteina potrebbe portare a un migliore trattamento dell’asma.

                                      Lascia un commento