Trattamento della trombocitopenia: Farmaci, chirurgia e altro

Una persona con trombocitopenia ha un basso numero di piastrine. Le piastrine, o trombociti, sono piccoli frammenti di cellule nel sangue. Quando si verifica un’emorragia, le piastrine si raggruppano per formare un coagulo.

Quando qualcuno ha un livello anormalmente basso di piastrine, il sangue non coagula come dovrebbe, rendendo più difficile fermare un’emorragia quando qualcuno subisce una ferita. Una lieve trombocitopenia può non comportare molti rischi, ma una trombocitopenia più persistente o grave può causare gravi emorragie.

È disponibile una gamma di trattamenti per la trombocitopenia, e la causa della condizione determina le opzioni che il medico suggerirà. Alcune delle condizioni mediche che possono causare bassi livelli di piastrine includono:

    In questo articolo, esaminiamo le opzioni di trattamento per la trombocitopenia, comprese le trasfusioni di sangue e piastrine, i farmaci, la chirurgia e altro.

    Elenco dei trattamenti per la trombocitopenia

    Il trattamento per la trombocitopenia può variare a seconda di quanto bassa diventa la conta delle piastrine di una persona. Se la conta delle piastrine scende entro 100.000-150.000 per microlitro (μl) di sangue, il sangue può ancora coagulare, il che significa che l’aumento del rischio di sanguinamento non è significativo.

    In questi casi, un medico può suggerire di monitorare la condizione piuttosto che trattarla. Una persona può avere bisogno di regolari esami del sangue per monitorare la conta delle piastrine nel tempo.

    Quando la conta delle piastrine scende sotto i 100.000 per μl, una persona può sviluppare emorragie spontanee. Questa forma di trombocitopenia di solito richiede un trattamento immediato che si concentra sulla gestione della causa della trombocitopenia. Il trattamento può comportare:

      Se qualcuno sviluppa una trombocitopenia moderata o grave durante la gravidanza, un medico può ricoverarlo in ospedale per il monitoraggio. In alcuni casi, possono raccomandare un parto anticipato.

      Trasfusione di sangue o piastrine

      Quando la conta delle piastrine è molto bassa, il rischio di sanguinamento è alto, soprattutto se una persona sta per partorire o subire un intervento chirurgico. Un medico può raccomandare una trasfusione di sangue o piastrine a una persona che:

        Questo trattamento sostituisce le piastrine perse dando a qualcuno o sangue intero da un donatore o solo una trasfusione di sole piastrine. Durante la procedura, una persona riceve le cellule del donatore attraverso una linea IV nel braccio.

        La trasfusione in sé non è dolorosa, ma l’inserimento della linea IV può far male.

        Farmaci per la trombocitopenia

        In alcuni casi, i farmaci possono essere utili per trattare la trombocitopenia. Per esempio, nei casi di ITP primaria, il sistema immunitario attacca erroneamente le piastrine sane, provocando una bassa conta piastrinica. Anche altre condizioni autoimmuni possono avere questo effetto.

        I farmaci che impediscono al sistema immunitario di distruggere le piastrine possono aiutare. Il trattamento di prima linea per la ITP primaria è tipicamente glucocorticoidi o immunoglobuline IV, che impediscono al corpo di produrre gli anticorpi che danneggiano le piastrine.

        Se questi non aiutano, gli immunosoppressori sono un’altra possibilità. Questi farmaci sopprimono l’attività del sistema immunitario in generale. Alcuni farmaci stimolano anche la produzione di piastrine. I medici li chiamano agonisti del recettore della trombopoietina.

        Alcuni casi di trombocitopenia sono indotti da farmaci, il che significa che un farmaco che una persona già prende sta causando il problema. Esempi di farmaci che possono fare questo includono:

          Un medico consiglierà una persona su cosa fare se un farmaco potrebbe causare trombocitopenia. In molti casi, la sospensione del farmaco cura la condizione.

          Chirurgia per la trombocitopenia

          La chirurgia è utile solo nei casi di trombocitopenia autoimmune. Le persone con ITP primaria che non rispondono ai farmaci possono richiedere una splenectomia per controllare la condizione.

          Una splenectomia comporta la rimozione della milza, che è l’organo che immagazzina le piastrine, tenendole fuori dalla circolazione. È anche il luogo dove il corpo produce gli anticorpi che distruggono le piastrine nei casi di ITP primaria. La rimozione della milza impedisce che questo accada.

          Informazioni su 50-70% di persone che scelgono questo trattamento guariscono dalla trombocitopenia. Tuttavia, prevedere quanto bene qualcuno risponderà può essere difficile, e non c’è modo di sapere se l’intervento funzionerà.

          La chirurgia comporta anche alcuni rischi, come emorragie e infezioni. È importante discutere i rischi e i benefici con un medico.

          Scambio di plasma

          A malattia rara nota come porpora trombotica trombocitopenica (TTP) fa sì che le piastrine si raggruppino in tutto il corpo, formando piccoli coaguli di sangue. Questo effetto abbassa la conta delle piastrine.

          Il trattamento standard per la TTP è lo scambio di plasma. Durante lo scambio di plasma, un operatore sanitario rimuove il plasma di una persona e lo sostituisce con plasma di sangue sano, che include piastrine sane. Questa procedura funziona in modo simile a una trasfusione di sangue e richiede l’inserimento di una linea IV in una vena.

          Cambiamenti nello stile di vita

          Non ci sono prove scientifiche che i cambiamenti nello stile di vita possano trattare la trombocitopenia esistente. L’unica eccezione è se la condizione è dovuta a una carenza nutrizionale. Una mancanza di vitamina B12, folato, o rame può a volte risulta in una bassa conta piastrinica.

          Se un medico identifica una carenza come causa potenziale di trombocitopenia, può consigliare di mangiare più alimenti che contengono questi nutrienti. In alternativa, se questo non è possibile, possono suggerire vitamina o di un integratore minerale.

          Le persone con bassi livelli di piastrine possono anche ridurre il rischio di emorragie. Durante il trattamento, un medico può consigliare:

            Ci sono rimedi casalinghi per la trombocitopenia?

            Non ci sono prove convincenti che i rimedi casalinghi possano trattare la trombocitopenia. Tuttavia, ci sono prove limitate che una dieta nutriente ed equilibrata può ridurre il rischio di sviluppare la condizione.

            A Studio del 2021 ha scoperto che le persone a rischio di malattie cardiovascolari che hanno seguito una Dieta mediterranea avevano una minore possibilità di sviluppare trombocitopenia rispetto a quelli che seguivano una dieta a basso contenuto di grassi.

            A differenza delle diete a basso contenuto di grassi, la dieta mediterranea contiene fonti di grassi sani, come l’olio d’oliva e le noci. Tuttavia, non è chiaro se questo sia responsabile della riduzione del rischio e come questa dieta possa aiutare. Sono necessarie ulteriori ricerche per capire la connessione tra dieta e piastrine.

            Riassunto

            La trombocitopenia, o un basso numero di piastrine, può verificarsi per molte ragioni. La causa sottostante e la gravità della condizione determinano le migliori opzioni di trattamento.

            In alcuni casi, il trattamento può comportare solo il monitoraggio per vedere se i livelli di piastrine rimangono stabili. In altri casi, è necessario un trattamento immediato per far risalire i livelli di piastrine. Se la causa è un farmaco, una carenza nutrizionale o un’infezione, affrontare questo problema può risolvere il problema.

            In altri casi, le persone hanno la trombocitopenia a causa di una condizione autoimmune, come l’ITP primaria. In questi casi, i farmaci sono generalmente efficaci. A volte, le persone con ITP primaria subiscono un intervento chirurgico per rimuovere la milza.

            Lascia un commento