Un intervento di discectomia cervicale anteriore (ACDF): Tutto quello che c’è da sapere

La discectomia e fusione cervicale anteriore è un intervento chirurgico per ridurre o eliminare il dolore cronico al collo e alla schiena dovuto a un problema ai dischi.

La discectomia e fusione cervicale anteriore (ACDF) è un operazione da rimuovere un disco degenerativo o ernia del disco dal collo. Dopo che il chirurgo ha rimosso il disco danneggiato, fonde le ossa insieme.

L’intervento è anteriore perché il chirurgo accede al disco attraverso la parte anteriore del collo, piuttosto che attraverso la parte posteriore.

Fatti veloci sulla discectomia cervicale anteriore:

    Cos’è la chirurgia ACDF?

    Tra ogni osso della colonna vertebrale c’è un cuscino chiamato disco invertebrale. Questi dischi impediscono alle ossa di macinare l’una contro l’altra e agiscono come ammortizzatori durante le cadute, l’esercizio e le attività quotidiane.

    A volte questi dischi si danneggiano, causando un dolore che può variare da moderato a intenso. Una procedura ACDF può essere effettuata su uno qualsiasi dei dischi tra le sette ossa cervicali.

    È più facile per il chirurgo raggiungere la colonna vertebrale attraverso la gola perché entrare dalla parte posteriore del collo può danneggiare i muscoli del collo e la colonna vertebrale. Il chirurgo sposta quindi il tessuto all’interno del collo e della gola per accedere alla colonna vertebrale e rimuove eventuali dischi danneggiati.

    Per assicurare che la colonna vertebrale sia allineata e per evitare che le ossa della colonna vertebrale sfreghino l’una contro l’altra, l’intervento chirurgico include tipicamente la fusione di almeno due ossa. È a questo punto della procedura che il chirurgo sostituisce il disco.

    Ci sono alcune opzioni per la sostituzione del disco:

      Una volta che il disco sostitutivo è in posizione, il chirurgo usa una placca di titanio e delle viti per fissare le ossa. Quando l’intervento comporta un innesto osseo, le ossa alla fine cresceranno insieme. Finché ciò non avviene, la placca e le viti forniscono la stabilità.

      Una macchina a raggi X aiuta il chirurgo a garantire che il disco sostitutivo sia al posto giusto. Dopo la procedura, il chirurgo sposta il tessuto del collo e della gola nella sua posizione originale e sigilla la ferita con dei punti di sutura.

      Utilizza

      I dischi della colonna vertebrale di solito permettono un movimento confortevole. Ma età, lesioni, e alcune condizioni degenerative, come artrite, può causare danni ai dischi.

      I dischi possono assottigliarsi, seccarsi, o gonfiarsi e rigonfiarsi, risultando in un’ammortizzazione inadeguata. Quando i dischi si danneggiano, si parla di degenerazione. I dischi possono anche gonfiarsi o rompersi, il che è chiamato ernia.

      A volte il dolore causa rigidità e indolenzimento muscolare. Può anche irradiarsi ad altre aree del corpo, causando mal di testa, dolore alla schiena e alla spalla.

      Alternative alla chirurgia

      Non tutti i soggetti con dischi danneggiati provano dolore. La maggior parte delle persone con dischi danneggiati non ha bisogno di un intervento chirurgico. Altri trattamenti possono aiutare, tra cui:

        Quando questi trattamenti falliscono, e il dolore di una persona è sufficiente a interferire con la vita quotidiana, un medico valuterà se l’ACDF può aiutare con il dolore. Le persone tendono ad essere buoni candidati per la chirurgia se:

          Cosa aspettarsi

          L’ACDF è di solito una procedura ambulatoriale, il che significa che l’individuo torna a casa lo stesso giorno dell’intervento. L’operazione avviene in anestesia generale, quindi la persona sarà addormentata.

          Dopo l’intervento, la maggior parte delle persone proveranno un po’ di dolore che possono probabilmente gestire con antidolorifici. Il recupero richiede diverse settimane e alcune persone potrebbero aver bisogno di indossare un collare per stabilizzare il collo.

          La maggior parte delle persone si incontrerà con un chirurgo da 4 a 6 settimane dopo l’intervento per una valutazione e dovrebbe evitare attività faticose fino a quando il chirurgo non avrà dato l’autorizzazione.

          Complicazioni

          Come per molti altri interventi chirurgici, il rischio principale della chirurgia ACDF deriva dall’anestesia, non dall’intervento stesso. Alcune persone sviluppano problemi respiratori a causa della combinazione dell’anestesia e della loro posizione durante la procedura.

          Il tasso di questa complicazione varia da meno di 1 su 100 a più di 1 su 10. Molto raramente, i problemi respiratori dovuti all’anestesia possono essere fatali.

          Altro complicazioni potenziali includere:

            Due complicazioni estremamente rare possono essere fatali se non trattate prontamente ed efficacemente:

              L’ACDF non sempre funziona per ridurre il dolore o ripristinare la piena mobilità. Alcuni individui potrebbero aver bisogno di ulteriori interventi chirurgici o altri trattamenti, quindi le persone dovrebbero discutere con i loro medici la probabilità che la procedura funzioni.

              Riabilitazione e recupero

              La maggior parte delle persone può guidare di nuovo Da 1 a 2 settimane dopo l’intervento. La maggior parte delle persone ha bisogno da 4 a 6 settimane per completare il processo di guarigione iniziale, ma questo varia a seconda dell’età, della salute e di altri fattori.

              Dopo un follow-up con il chirurgo, le persone in genere iniziano la terapia fisica. Questo mira a ridurre il dolore e può ripristinare la mobilità della zona. Alcune persone possono recuperare completamente, riacquistando la gamma completa di movimento con poco o nessun dolore, mentre altri possono avere una rigidità cronica.

              Uno stile di vita attivo che include molto esercizio fisico può aiutare il recupero. Tuttavia, le persone dovrebbero ottenere il permesso del chirurgo prima di iniziare l’esercizio. Alcuni individui potrebbero aver bisogno di evitare l’attività fisica faticosa per prevenire lesioni al collo.

              Takeaway

              Come tutti gli interventi chirurgici, l’ACDF comporta alcuni rischi. Ma per la maggior parte delle persone, il processo è relativamente senza complicazioni e permette di tornare a una vita normale. Le persone dovrebbero soppesare attentamente i benefici della chirurgia rispetto ai rischi e dovrebbero considerare di cercare un secondo parere prima di procedere con la chirurgia.

              Lascia un commento