Una dieta senza glutine fa davvero bene ai bambini?

In tutto il mondo, le diagnosi di celiachia sono in aumento. L’industria alimentare senza glutine sta fiorendo ancora più velocemente, crescendo del 135 per cento dal 2013-2015 con vendite del valore di 11 dollari.6 miliardi. Cosa attira le persone senza celiachia ad andare senza glutine? Vale la pena, o anche benefico?

Dr. Norelle Reilly, della Divisione di Gastroenterologia Pediatrica e del Celiac Disease Center alla Columbia University Medical Center di New York, NY, ha esaminato alcune questioni relative alla dieta senza glutine (GFD).

Il suo commento è pubblicato in Il giornale di pediatria.

La malattia celiaca (CD) è una malattia autoimmune. Una persona che ha CD non può mangiare glutine, una proteina che si trova nel grano, segale e orzo.

Farlo può avere gravi conseguenze, in quanto può innescare una risposta immunitaria che può danneggiare l’intestino tenue o altre parti del sistema digestivo. Irritabilità e depressione sono sintomi comuni.

CD è una condizione genetica, e l’unico trattamento è quello di evitare il glutine.

In 2015, circa 0.5 per cento degli Americani stavano seguendo un GFD rigoroso, 25 per cento segnalato consumando gli alimenti senza glutine e fra 15-21 per cento valutato “senza glutine,, come “molto importante,, quando compra l’alimento.

Al contrario, un sondaggio di mercato nel 2013 ha indicato che 31 per cento degli americani considerato la dieta “una moda.” Nel 2015, il 47% condivideva questa opinione.

Cos’è una dieta senza glutine?

Le persone che devono evitare il glutine non possono mangiare nulla che contenga farina di grano, orzo o segale, e alcuni non possono mangiare avena.

Devono evitare pane, pasta, torte, biscotti o cracker e non devono consumare salse o sughi addensati con farina, tra gli altri elementi. In alternativa, possono scegliere versioni senza glutine (GF).

Il glutine si trova in alcuni articoli inaspettati, come la carne da pranzo, la salsa di soia e le miscele di riso, in alcuni aromi e conservanti e in alcuni farmaci. Una persona con CD deve controllare attentamente le etichette.

Gli alimenti sicuri includono carne, pesce, frutta, verdura, riso, patate, lenticchie e semi e noci naturali. Pane, torte, biscotti e piatti pronti appositamente preparati sono ormai ampiamente disponibili.

Perché andare senza glutine?

Nel 2015, un sondaggio ha chiesto a 1.500 americani perché avevano scelto di “andare senza glutine.”

I risultati hanno mostrato che 35 per cento ha avuto “nessun motivo” per farlo, 26 per cento ha detto che era una “opzione più sana,,, e 19 per cento ha voluto migliorare la loro “salute digestiva.” Il dieci per cento aveva qualcuno in famiglia con una sensibilità al glutine, e l’8 per cento aveva una sensibilità al glutine.

Secondo il dott. Reilly, “Per preoccupazione per la salute dei loro figli, i genitori a volte mettono i loro figli su una dieta senza glutine nella convinzione che allevia i sintomi, può prevenire il CD, o è una sana alternativa senza test preliminari per il CD o la consultazione con un dietista.”

Chiede informazioni più chiare sul GFD a causa di “frequenti malintesi” sul glutine.

Misconcezioni sulla GFD

Dr. Reilly solleva una serie di problemi e idee sbagliate sull’evitare il glutine.

Uno è che offre una scelta di vita sana senza svantaggi.

Infatti, il dott. Reilly sottolinea, non c’è alcun beneficio dimostrato di evitare il glutine, a meno che una persona ha CD o un allergia al grano.

Aggiunge che evitare il glutine potrebbe significare una maggiore assunzione di grassi e calorie, perché i prodotti GF confezionati spesso contengono più grassi e zuccheri rispetto alle loro controparti convenzionali, contribuendo potenzialmente a obesità e prediabete.

Evitare il glutine può anche portare a carenze nutrizionali, soprattutto della B vitamine, folato, e ferro, perché i prodotti GF spesso mancano di fortificazione.

Un’altra credenza è che il glutine sia tossico, ma il dott. Reilly nota che nessuna prova supporta questa teoria. Infatti, l’eccessiva dipendenza dal riso, suggerisce, potrebbe significare una maggiore assunzione di arsenico, che il riso ha la tendenza ad assorbire.

Alcune persone hanno un parente stretto con CD, ed evitano il glutine per paura di svilupparlo loro stessi. Dr. Reilly sottolinea che i parenti sani delle persone con CD non hanno bisogno di evitare il glutine, e nemmeno i neonati sani che sono a rischio di sviluppare CD.

Cosa succede se il GFD è necessario?

Alcune persone saranno più sane e avranno una migliore qualità di vita con un GFD, dice il dottor. Reilly, ma hanno bisogno della guida di un esperto, dietista registrato.

Sottolinea che il CD non è l’unica ragione per evitare il glutine. Fare questo può aiutare ad alleviare i sintomi nelle persone con una sensibilità al grano o allergia al grano.

Tuttavia, non ci sono prove scientifiche che evitare il glutine sia meglio per un bambino senza diagnosi confermata di CD o allergia al grano, e così facendo potrebbe oscurare una diagnosi di CD.

Una GFD può aggiungere al bilancio familiare, in quanto i prodotti GF tendono ad essere più costosi. Disagio e isolamento sociale sono stati segnalati dai bambini, dice il commento.

In questo senso, una GFD potrebbe significare una qualità di vita inferiore, potenzialmente più rischio che beneficio.

“I genitori dovrebbero essere consigliati per quanto riguarda le possibili conseguenze finanziarie, sociali e nutrizionali dell’attuazione non necessaria di una dieta senza glutine.”

Dr. Norelle Reilly

Esorta gli operatori sanitari ad educare i pazienti sulla GFD.

Per saperne di più su se una dieta senza glutine benefici per la salute.

Lascia un commento